Tutti vorremo i denti più bianchi e brillanti e su internet si trovano molte ricette fai da te per realizzare “dentifrici” in grado di sbiancare miracolosamente il vostro sorriso.
La maggior parte di questi rimedi casalinghi però prevedono l’utilizzo di ingredienti come il bicarbonato ( un potente abrasivo ) e il limone ( un potente acido ) che possono creare dei danni irreparabili sulla superficie dello smalto.

Macchie sui denti: una precisazione

Prima di darvi qualche consiglio utile per mantenere il vostro bianco naturale e non danneggiarvi i denti devo fare una piccola precisazione: esistono due tipi di macchie dentali.

  • Le macchie estrinseche sono superficiali e sono quelle dovute ad esempio al fumo e al consumo di the, caffè, propoli e tutto quello di particolarmente pigmentato che assumiamo regolarmente.
  • Le macchie intrinseche sono invece le colorazioni interne alla superficie del dente e sono dovute a traumi, assunzioni di farmaci in età infantile e neonatale, alterazioni dello smalto, fluorosi.

Se siete alla ricerca di un metodo per far sparire le macchie estrinseche allora questo articolo fa per voi, se invece non siete soddisfatti del colore naturale del vostro dente ( non abbiamo tutti i denti dello stesso colore: c’è chi li ha più gialli o tendenti al grigio senza che siano macchiati esternamente e chi è fortunato e li ha bianchissimi per natura) o avete delle macchie di tipo intrinseco potete rivolgervi al vostro igienista dentale di fiducia per valutare la possibilità di migliorare l’estetica del vostro sorriso con uno sbiancamento dentale professionale.

Himalaya Sparkly White

Denti più bianchi senza macchie: i consigli dell’igienista dentale

  1. La prima cosa che devo dirvi è di diminuire, laddove non potete eliminare, la fonte delle macchie:  l’assunzione di bevande molto pigmentate come il caffè e le sigarette. Lo so è drammatico, ma non posso non dirvelo.
  2. Sottoponetevi regolarmente ( almeno due volte all’anno ) a una seduta di igiene orale professionale dove verranno rimosse con precisione tutte le macchie estrinseche
  3. Prediligete l’utilizzo di uno spazzolino elettrico roto-oscillante o sonico: sono nettamente più efficaci nel mantenere i denti più lisci e puliti, quindi senza macchie.
  4. Vi si formano quelle righine nere tra un dente e l’altro negli incisivi inferiori? Passate sempre il filo interdentale!
  5. Scegliete un dentifricio whitening delicato, come lo Sparkly White, con ingredienti naturali capaci di rimuovere le macchie senza aggredire lo smalto. Tra questi vi segnalo gli enzimi proteolitici della Papaya e dell’Ananas: papaina e bromelina. Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che questi due enzimi sono in grado di rimuovere le macchie estrinseche al pari dei più comuni agenti abrasivi contenuti nei dentifrici e che quindi possono essere utilizzati continuativamente senza il rischio di abrasioni dello smalto.

Tatiana Rizzati

Tatiana Giulia Rizzati è un’igienista dentale di Bologna. 
Laureata nel 2004 inizia a lavorare come tutor universitario e cultore della materia in microbiologia. Oggi pratica la libera professione, ma contemporaneamente promuove la prevenzione e la cura  della bocca attraverso il suo sito www.mysmileroutine.com e il suo seguitissimo profilo Instagram, dove dialoga con migliaia di donne spiegando perché non basta un rossetto per un bel sorriso.