Gli arabi la chiamano Allo eh, i cinesi Alo hei e nei paesi occidentali Aloe.
Al di là del nome fin dall’antichità è considerata la panacea per ogni malanno.

Quando diciamo che di Aloe si parla già in tempi antichi vuol dire davvero andare indietro nel tempo. Le prime tracce di questa pianta sono state infatti lasciate dagli Egizi nel 3.000 a.c. e non a caso già le regine Nefertiti e Cleopatra mantenevano la pelle fresca e giovane con l’aloe.

Facendo un balzo in avanti si narra che Alessandro Magno conquistò l’isola di Socotra, perché ricca di queste piante che portava nelle sue spedizioni militari per curare le ferite dei soldati.  Bisogna però arrivare all’Erbario Greco di Dioscoride per scoprire che l’aloe veniva utilizzata per le scottature, le emorragie e le contusioni ma anche per combattere l’acne.

Furono poi gli arabi a espandere le coltivazioni di aloe e a farla conoscere agli europei che a loro volta contribuirono a diffonderla in tutto il nuovo continente americano. Ma la fama dell’aloe è tale che trova spazio anche nel Vangelo, ne parla Giovanni come componente della mistura usata per ungere il corpo di Gesù dopo la discesa dalla croce.

Tutto questo per dire che stiamo parlando di una delle piante più conosciute. Una fama dovuta certamente alle sue innumerevoli proprietà benefiche.

Offre infatti un sollievo immediato alle punture di zanzare ed altri insetti, ma il suo potere lenitivo si estende anche alle scottature da fuoco o per l’eccessiva esposizione al sole. La vitamina C e il collagene presente nel gel di aloe hanno invece un effetto idratante ed emolliente

Ma l’aloe si dimostra particolarmente utile anche contro coliti e gastriti per via delle sue doti antinfiammatorie, senza dimenticare che studi hanno dimostrato come sia in grado di contrastare efficacemente l’azione di diversi tipi di batteri.

È normale che tante virtù venissero sfruttate nella composizione di prodotti per il corpo. Himalaya per esempio ha utilizzato i principi attivi dell’aloe in molte referenze.

Il Detergente Viso Idratante sfrutta infatti gli enzimi e i polisaccaridi dell’aloe per preservare il naturale equilibrio della cute lasciandola elastica e morbida. La Crema Viso Antirughe adopera invece quei principi attivi che hanno un’azione antibatterica e antimicotica.

Gli stessi principi alla base della Crema Viso Antirughe li troviamo nella Crema Nutriente che può essere utilizzata quotidianamente per la sua capacità di rigenerare le cellule della pelle eliminando le imperfezioni. Con la stessa frequenza possono venire usate anche le Salviette Struccanti all’Aloe che puliscono il viso e ne ripristinano l’idratazione.

Una pianta, tanti usi e moltissimi benefici.
Ecco spiegato perché l’aloe è così famosa in ogni parte del mondo.

Facebook Comments